Cattolici e politica: card. Bassetti, “la dottrina sociale della Chiesa non è staccata né dalla morale, né dalla bioetica”

foto SIR/Marco Calvarese

“Se non si sa rinunciare a qualcosa di grande, non potremo mai fare qualcosa di grande”. Così il card. Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve e presidente della Cei, ha attualizzato – a braccio – la figura di don Luigi Sturzo, nell’omelia della messa celebrata oggi nella basilica romana dei Santi Apostoli. La sua entrata in politica, ha proseguito il cardinale, “non fu un passo a cuor leggero, della politica vedeva anche i pericoli. Per questo la preghiera era accompagnata dalle lacrime”. “La dottrina sociale della Chiesa non è staccata né dalla morale, né dalla bioetica”, il monito di Bassetti, che sulla scorta di Sturzo ha esortato a non essere “scolari negligenti”: “Se non sei uomo di preghiera e di spirito, non puoi annunciare Cristo, ma non puoi nemmeno annunciare la dottrina sociale della Chiesa”. Quanto alle “difficoltà” incontrate da Sturzo, il presidente della Cei ha ribadito anche a braccio: “Alcune di queste difficoltà le troviamo anche nel tessuto sociale della nostra Italia”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa