Coldiretti: Roma, in piazza San Pietro mucche, asini, pecore, maiali, capre, cavalli, gallini e conigli. Messa e benedizione con il card. Comastri

Per San Antonio Abate, patrono degli animali, arrivano in piazza San Pietro: mucche, asini, pecore, maiali, capre, cavalli, galline e conigli delle razze più rare e curiose salvate dal rischio di estinzione dagli allevatori italiani che in migliaia da tutta la Penisola hanno pacificamente invaso la Capitale per iniziativa dell’Associazione italiana allevatori (Aia) e della Coldiretti. Sotto tendoni bianchi, allestiti in piazza Pio XII, oltre ai più comuni animali domestici sono presenti, per la tradizionale benedizione, gli animali della fattoria che popolano le campagne nazionali: dall’oca veneta alla gallina ancona, dalla pecora sarda all’asino amiatino, dal maiale nero casertano alla capra maltese, dalla mucca Pezzata Rossa che produce il latte per il prestigioso montasio alla maestosa chianina, la razza di bovino più grande del mondo e molti altri. Non mancano inoltre i cavalli –  maremmano, tolfetano, sanfratellano, lipizzano e Haflinger Italia – impegnati in una straordinaria sfilata. L’evento di oggi – cominciato questa mattina di buon’ora, con una Messa celebrata nella basilica di San Pietro dal card. Angelo Comastri, arciprete della basilica vaticana, che ha poi anche benedetto gli animali – è stato, inoltre, l’occasione per divulgare  lo studio “Fattoria Italia”, alla presenza del presidente della Coldiretti Ettore Prandini e del presidente dell’Aia Roberto Nocentini.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia