Papa Francesco: udienza, “s’impara a pregare il Padre Nostro dopo aver letto la parabola del padre misericordioso”

Foto SIR/Marco Calvarese

Il Padre nostro “prende senso e colore se impariamo a pregarlo dopo aver letto la parabola del padre misericordioso”. Ne è convinto il Papa, che nell’udienza di oggi ha esortato a comprendere la preghiera cristiana per eccellenza partendo dal Vangelo. “Immaginiamo questa preghiera pronunciata dal figlio prodigo, dopo aver sperimentato l’abbraccio di suo padre che lo aveva atteso a lungo, un padre che non ricorda le parole offensive che lui gli aveva detto, un padre che adesso gli fa capire semplicemente quanto gli sia mancato”, la proposta di Francesco: “Allora scopriamo come quelle parole prendono vita, prendono forza. E ci chiediamo: è mai possibile che Tu, o Dio, conosca solo l’amore? Ma tu non conosci l’odio? No, risponderebbe Dio: io conosco solo l’amore. Dov’è in Te la vendetta, la pretesa di giustizia, la rabbia per il tuo onore ferito? E Dio risponderebbe: io conosco solo amore”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa