Cesare Battisti: card. Becciu, “chi ha sbagliato deve pagare, ma non sollecitare istinti forcaioli”

“Sono rimasto male per come è stato trattato un condannato, che certamente merita la condanna, ma merita anche il rispetto dovuto ad ogni persona”. Così il card. Angelo Becciu, prefetto della Congregazione delle Cause dei santi, ha risposto alle domande dei giornalisti sulla cattura di Cesare Battisti, a margine della presentazione del volume “I miei santi in Paradiso”, edito dalla Libreria Editrice Vaticana e presentato stasera al Senato, a cent’anni dalla nascita dello statista, morto nel 2013. “Noi siamo in Italia, un Paese che ha una cultura politica di primo grado”, ha ammonito Becciu: “Non possiamo istigare nella gente certi istinti forcaioli”. “Chi ha sbagliato deve pagare, ma come persona è degno di rispetto”, ha concluso.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa