Parlamento Ue: Dancila (premier Romania), “il nostro obiettivo è un’Europa unita”. Le priorità della presidenza semestrale

Strasburgo, 15 gennaio: la premier romena Viorica Dancila con Antonio Tajani

(Strasburgo) “Il nostro obiettivo principale è un’Europa più unita, fondata su una maggior coesione”. Viorica Dancila, premier della Romania, giunge a Strasburgo per discutere con eurodeputati e Commissione Ue le priorità del semestre di presidenza del Consiglio dei ministri dell’Unione. Un periodo impegnativo con diverse urgenze in agenda. Le elenca la stessa premier: Brexit, il dossier migrazioni, il bilancio pluriennale dell’Unione, il dossier migrazioni, terrorismo, difesa e la preparazione delle elezioni dello stesso Europarlamento a maggio. “Senza l’unità non sapremo rispondere alle sfide esterne né rispondere alle esigenze dei cittadini europei”, afferma. “Ci sono 242 fascicoli legislativi aperti, e ci sono risposte da dare ai cittadini affinché l’Europa non appaia distante”. Si sofferma poi sul vertice straordinario di Sibiu, del 9 maggio, “che aiuterà a definire il futuro dell’Ue”. Se le si obietta che l’Ue ha puntato i fari verso Bucarest nel timore che non si faccia abbastanza per contrastare la corruzione, e che c’è il rischio che scatti l’articolo 7 dei trattati per il mancato rispetto dello stato di diritto, risponde: “Non si può accostare la Romania alla Polonia e all’Ungheria, perché da noi lo stato di diritto è rispettato e non vengono violati i trattati”. Sul futuro dell’Ue si terrà a Strasburgo un dibattito con il premier spagnolo Pedro Sanchez.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa