Governance: un convegno sul futuro delle città con 400 amministratori locali a Castel Gandolfo

“Dove vanno le città oggi? Infrastrutture e tecnologie avanzate non bastano a fare di una città una smart city”. Se ne parlerà, dal 17 al 20 gennaio, a Castel Gandolfo (Roma) al convegno “Co-Governance: corresponsabilità nelle città”: 400 amministratori locali di tutto il mondo, economisti, politici, architetti, esperti in tecnologie civili e intelligenza artificiale approfondiranno il modello di governo partecipato delle città. Focus tematici, laboratori per l’analisi di buone pratiche, gruppi di lavoro interculturali proporranno l’attualità della partecipazione sviluppando riflessioni su macro aree: cultura della cittadinanza, reti di cooperazione tra città, innovazione multi-stakeholders. Saranno poi raccolte in un documento strategico per dare continuità al lavoro. Interverranno oltre 60 tra esperti e personalità di spicco nel campo dell’amministrazione, economia, politica, comunicazione, architettura e ambiente. Tra loro, Pasquale Ferrara, ambasciatore d’Italia ad Algeri (Algeria), e Stefano Manservisi, direttore generale Cooperazione e sviluppo della Commissione europea a Bruxelles. Al convegno si cercherà di costruire un patto di corresponsabilità tra cittadini e amministratori, politici e tecnici, per risolvere i problemi delle città. Co-Governance è organizzato dal Movimento Umanità Nuova, Movimento Politico per l’Unità e Associazione Città per la Fraternità.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa