Xylella: Coldiretti, “già 1,2 miliardi di danni, va fermata”

“Sono saliti a 1,2 miliardi i danni provocati dal diffondersi della Xylella fastidiosa, il batterio che provoca il rapido disseccamento dell’olivo, che avanza inesorabilmente in Puglia dove è comparsa per la prima volta nell’ottobre del 2012”. Lo afferma la Coldiretti in occasione della manifestazione degli agricoltori scesi in piazza a Monopoli. “A questo punto serve un deciso cambio di passo con risorse per gli agricoltori colpiti e le necessarie ‘eradicazioni chirurgiche’ che – sottolinea Coldiretti – se fossero state fatte prima avrebbero risparmiato alla Puglia e all’Italia questa situazione drammatica”. A livello normativo, secondo Coldiretti, è importante la presentazione alla prossima Conferenza Stato Regioni del decreto per far partire il piano di interventi per fermare la Xylella fastidiosa in Puglia che il ministro per le Politiche agricole, alimentari, forestali e del turismo, Gian Marco Centinaio, ha annunciato alla manifestazione della Coldiretti a Roma. “Di fronte a uno scenario apocalittico la tempistica è essenziale, affinché le linee programmatiche entrino in vigore almeno in funzione della ripresa vegetativa per consentire i reimpianti, gli innesti e favorire adeguamenti e programmazione delle attività dei frantoi”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo