Polonia: vescovi su morte Pawel Adamowicz, “mai più si possa ripetere una tragedia simile”

“Non ti dimenticherò mai” ha scritto su Twitter il presidente del Consiglio europeo, Donald Tusk, alla notizia della tragica morte del sindaco di Danzica Pawel Adamowicz, accoltellato ieri sera mentre partecipava a una nota manifestazione a fini benefici e deceduto oggi poco dopo il mezzogiorno. Il presidente polacco Andrzej Duda, esprimendo il proprio dolore per la morte di Adamowicz, ha fatto le condoglianze alla moglie e ai due figli del primo cittadino di Danzica assicurando il proprio sostegno e unendosi “in preghiera a tutti i familiari, amici e a tutte le persone di buona volontà”, ricordando che “l’inimicizia e la violenza hanno portato a un risultato più tragico e doloroso possibile al quale non possiamo rassegnarci”. A nome del presidente del partito di maggioranza Legge e giustizia (Pis), Jaroslaw Kaczynski, il cordoglio “per la tragica morte causata da un attentato criminale” è stato espresso dalla portavoce del governo Beata Mazurek. Il presidente dei vescovi polacchi mons. Stanislaw Gadecki, porgendo le condoglianze alla famiglia del defunto a nome della Conferenza episcopale, ha assicurato le preghiere a Dio misericordioso affinché “dia al compianto la vita eterna e lenisca il dolore di tutti coloro che si sentono afflitti dal lutto”. Il presule ha anche aggiunto che “l’attentato al sindaco di Danzica e la sua morte hanno scosso tutta la società polacca, i credenti e i non credenti, persone di diverse opinioni politiche e sociali.” Avvertendo affinché la tragedia non venga strumentalizzata a fini politici, il presule ha sottolineato che “in quel momento difficile tutti abbiamo bisogno di unità e della comunione, abbiamo bisogno di preghiera e riflessione comuni, affinché mai più si possa ripetere una tragedia simile”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo