Paesi Bassi: con due vescovi, 130 giovani-adulti a Panama. Per chi resta a casa la “wjd@home”

È ormai sistemato nella diocesi di Santiago de Veraguas, a 250 chilometri da Panama, il primo gruppo di giovani olandesi partito sabato 12 gennaio per partecipare alle Giornate mondiali della gioventù (Gmg). Un altro gruppo partirà domani e in totale saranno 130 i giovani olandesi alla Gmg, insieme al vescovo ausiliare di Roermond Everard De Jong e il vescovo ausiliare di Haarlem-Amsterdam Jan Hendriks. Il gruppo è composto da “giovani-adulti” aveva spiegato Bob Wegkamp, il coordinatore della Gmg per i Paesi Bassi “perché è difficile per gli studenti liberarsi in questo periodo per un viaggio così lungo”. E il programma delle giornate pre-Gmg rispecchia la particolarità di questo gruppo che ha lavorato nei mesi di preparazione attorno al tema “Scopri la tua identità”, interrogandosi su domande del tipo: “Chi sei? Qual è il tuo coinvolgimento sociale? Che cosa implica il tuo credo religioso?”. Il programma di questi giorni in diocesi rispecchia anche gli interessi di questi giovani che si fermeranno in particolare a guardare al mondo delle professioni (ad esempio nel settore sanitario). Per chi non è potuto andare a Panama ma vuole collegarsi con la Gmg, il servizio nazionale di pastorale giovanile propone sull’isola di Ameland, per il fine settimana del 25-27 gennaio 2019 un “wjd@home” (una Gmg a casa).

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo