Redentoristi: Roma, triduo in onore del beato Peter Donders nel santuario della Madonna del Perpetuo Soccorso

Si sta celebrando, in questi giorni, il triduo in onore del beato Pietro Donders nel santuario della Madonna del Perpetuo Soccorso, a Roma, in vista della festa del 14 gennaio. La preghiera e le riflessioni di tre giorni sono iniziate con le celebrazioni eucaristiche presiedute da p. Oscar Baez Pinto e concelebrate dai confratelli della comunità. “Attraverso questo triduo vorremmo pregare con i confratelli di tutto il mondo per le opere missionarie svolte in tutte le conferenze e unità”, si legge in una nota della Congregazione dei Redentoristi, che ricordano il beato come un “canale dell’amore misericordioso di Dio per i fratelli e le sorelle più trascurati, specialmente per i lebbrosi”. “La Chiesa ci ha donato un santo che ci ispira nel nostro ministero per i più abbandonati”. Peter Donders, nato nel 1807, svolse il suo ministero sacerdotale a Paramaribo, nel Suriname, una colonia olandese. Per quattordici anni prestò servizio ai duemila cattolici della città e visitava regolarmente gli schiavi delle piantagioni, le guarnigioni militari e gli indigeni lungo i fiumi. Nel 1856 si arruolò volontario per servire la gente con lebbra a Batavia, dove rimase, con l’eccezione di pochi brevi intervalli, per il resto della sua vita. Donders morì tra i suoi lebbrosi il 14 gennaio 1887, pianto come loro benefattore e invocato come santo. Giovanni Paolo II lo beatificò il 23 maggio 1982.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa