Rinascita Cristiana: “troppa disinformazione, urge una formazione del pensiero critico”

I cattolici si interrogano sulle manipolazioni delle notizie che avvelenano il clima sociale. In un tempo in cui i fatti si mescolano sempre più alle opinioni e alle fake news e la politica sembra cavalcare l’onda di un’informazione che non fa che aumentare la distanza tra percezione e realtà, la questione della formazione di un pensiero critico si pone in tutta la sua gravità. Per avviare un processo di coscientizzazione che possa innescare un cambiamento a partire dai singoli e dalle comunità ecclesiali, Rinascita Cristiana ha organizzato il seminario su “Informazione, pensiero critico e bene comune” che si terrà a Roma, da domani al 13 gennaio, presso l’Hotel “Casa tra Noi”. Domani, dopo l’intervento di padre Licio Prati, assistente nazionale, padre Jean Louis Ska, docente al Pontificio Istituto Biblico, si soffermerà su “La Parola creatrice di relazione”. Sabato invece saranno padre Francesco Occhetta, redattore de “La Civiltà Cattolica”, e don Luca Pandolfi, docente alla Pontificia Università Urbaniana, ad entrare nel merito del tema del seminario con le relazioni sull’informazione e la democrazia come “beni comuni” e come strumenti per “una convivenza responsabile”, a cui seguiranno il dibattito e il confronto in aula. L’incontro si concluderà domenica con il contributo di Rosanna Virgili, docente all’Istituto Teologico Marchigiano, e con la celebrazione eucaristica.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo