This content is available in English

Portogallo: card. Marto (Leiria-Fátima) ai giovani, “vivere la fede con coerenza, gioia e coraggio senza fare proselitismo”

Due ore di fitto colloquio con circa 300 giovani. È quello che ha visto protagonista domenica scorsa il cardinale António Marto, vescovo di Leiria-Fátima (Portogallo), nel primo di nove incontri previsti con le nuove generazioni. “I giovani sono una meraviglia”, ha esclamato il porporato al termine del dialogo svoltosi nella parrocchia di Marrazes, per il vicariato di Leiria. “Non vengo a tenere sermoni né a insegnare teologia, sebbene sia stato un insegnante; vengo a parlare con voi”, ha detto il card. Marto ai circa trecento partecipanti di diverse età. “Come possono i giovani di oggi vivere la loro fede?”, è stata l’ultima domanda rivolta al vescovo, che ha chiesto ai giovani di vivere “con coerenza, gioia e coraggio” ciò in cui credono “senza fare proselitismo”. Ed ha proseguito: “Il giovane cristiano non vive alcun tipo di violenza ed è attento agli altri, pronto a stringere la mano; il giovane lascia trasparire l’entusiasmo della fede e si lascia conquistare da essa”, ha detto.
Diversi giovani si sono chiesti cosa la Chiesa è “disposta a fare per diventare più accogliente, gioiosa e attraente” per loro. Il card. Marto ha evidenziato le diverse opportunità offerte dalla Chiesa per crescere nella fede, grazie a esperienze nei movimenti e nelle associazioni, sottolineando che “i giovani hanno bisogno si incontrarsi nei gruppi” e di fare esperienze forti di pellegrinaggio.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo