Commercio al dettaglio: Istat, a novembre 2018 vendite in aumento (+0,7%) rispetto ad ottobre, +1,6% in un anno. +22,4% per il commercio elettronico

A novembre 2018 si stima, per le vendite al dettaglio, un aumento rispetto al mese precedente dello 0,7% sia in valore sia in volume. La variazione positiva riguarda sia i beni alimentari (+0,3% in valore e +0,2 in volume) sia, in misura più ampia, i beni non alimentari (+0,8% in valore e +1,0% in volume). Lo comunica oggi l’Istat diffondendo i dati relativi al “Commercio al dettaglio” per il mese di novembre 2018.
“A novembre 2018 – spiega l’Istat – le vendite al dettaglio continuano a registrare variazioni positive sia su base mensile, sia su base annua. Tra i beni non alimentari l’aumento tendenziale maggiore si rileva per il gruppo di prodotti elettrodomestici, radio, tv e registratori (+11,7%), fenomeno presumibilmente legato alle promozioni avvenute in occasione del cosiddetto Black friday”.
Stando ai dati diffusi, nel trimestre settembre-novembre 2018, rispetto al trimestre precedente, le vendite al dettaglio restano stazionarie in valore e aumentano dello 0,2% in volume. Sia i beni alimentari, sia i non alimentari registrano una variazione nulla in valore e aumentano, rispettivamente, dello 0,1% e dello 0,3% in volume.
Su base annua, le vendite al dettaglio aumentano dell’1,6% in valore e dell’1,8% in volume. Risultano in crescita sia le vendite di beni alimentari (+1% in valore e +0,2% in volume), sia, soprattutto, quelle di beni non alimentari (+2,1% in valore e +3% in volume).
Per quanto riguarda le vendite di beni non alimentari – aggiunge l’Istituto nazionale di statistica – si registrano variazioni tendenziali positive nella maggior parte dei gruppi di prodotti. Oltre che per elettrodomestici, radio, tv e registratori, incrementi significativi si sono registrati per calzature e articoli in cuoio e da viaggio (+4,3%) e dotazioni per informatica, telecomunicazioni, telefonia (+4,2%). Le flessioni più marcate si registrano per cartoleria, libri, giornali e riviste (-2,5%) e giochi, giocattoli, sport e campeggio (-0,8%).
Sempre a livello tendenziale, il valore delle vendite al dettaglio registra un aumento per la grande distribuzione (+1,8%) e una lieve flessione per le imprese operanti su piccole superfici (-0,1%). In forte crescita il commercio elettronico (+22,4%).

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo