Sinodo sui giovani: padre Giacomo Costa (segretario speciale) al Sir, “c’è molta attesa”

“C’è molta attesa” riguardo al Sinodo dei giovani, nei confronti di “un evento che coinvolge tutta la Chiesa”, e che chiede agli adulti un supplemento di ascolto, per “riconoscere dove e come i giovani sono”. Lo dice al Sir padre Giacomo Costa, nominato dal Papa segretario speciale, insieme a don Rossano Sala. In un’intervista rilasciata al Sir a meno di un mese dal Sinodo, che si aprirà il 3 ottobre in Vaticano, Costa dichiara: “Sicuramente c’è molta attesa tra coloro i quali, dentro la Chiesa, lavorano con i giovani. E anche tra questi ultimi c’è senz’altro interesse e curiosità, come dimostrano i diversi eventi promossi durante il percorso preparatorio”.  “Da evento, il Sinodo si sta trasformando in processo”, sostiene il gesuita: “Se il Sinodo rimane ufficialmente ‘dei vescovi’, proprio per il loro ruolo di pastori, non può non diventare un evento che coinvolge tutta la Chiesa. Naturalmente si tratta di un’evoluzione che non è ancora terminata e che proseguirà anche dopo ottobre. In un certo senso il post-Sinodo sarà importante almeno quanto il Sinodo, perché saranno le varie comunità ecclesiali a dover scegliere come passare all’azione, in linea con l’esortazione post-sinodale di Papa Francesco”.

 

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo