This content is available in English

Portogallo: Fatima, simposio del clero su “il sacerdote, ministro e testimone della gioia del Vangelo”

Si è concluso ieri sera a Fatima, il simposio del clero lusitano, sul tema “il sacerdote, ministro e testimone della gioia del Vangelo”. Organizzato dalla Commissione episcopale per le vocazioni e i ministeri, si era aperto il 4 settembre scorso. L’ultimo degli interventi è stato dedicato al tema del “celibato sacerdotale, dono per la Chiesa e profezia per il mondo”. “Non esiste una relazione tra celibato e pedofilia” ha dichiarato il vescovo emerito di San Sebastian, Juan María Uriarte, nel suo intervento di fronte agli oltre 400 partecipanti, considerando che “la famiglia è il contesto in cui la pedofilia è più praticata” e la si riscontra “tra gli insegnanti sposati con una percentuale più alta rispetto ai celibi”. Mons. Uriarte ha però anche affermato come “sia manifestamente insufficiente” l’educazione all’affettività e alla sessualità nei seminari e ha proposto un modello per vivere l’esperienza celibataria nelle quattro fasi della vita di un sacerdote. I vescovi portoghesi in apertura dei lavori hanno scritto a Papa Francesco per ringraziare per la lettera “tempestiva e coraggiosa sul dramma dell’abuso di minori” e per esprimere il loro impegno “per sradicare le cause di questo flagello”. “Di fronte ai tentativi di mettere in discussione la credibilità del suo ministero”, i vescovi hanno dichiarato al Papa “vicinanza fraterna e totale sostegno alla sua persona, piena comunione con la sua missione di Pastore universale e completa adesione al suo insegnamento”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo