This content is available in English

Abusi: mons. Aupetit (Parigi), Papa invita “alla conversione profonda per mettere fine a una cultura dell’abuso sessuale, di potere e di coscienza”

La lettera di Papa Francesco al Popolo di Dio del 20 agosto scorso “segna una tappa ulteriore in una lotta che è stata avviata risolutamente dal pontificato di Benedetto XVI”. Anche l’arcivescovo di Parigi Michel Aupetit riprende quella missiva e si rivolge ai suoi fedeli in uno scritto, che sarà letto domenica 9 settembre nelle chiese di Parigi, per dire “come rispondere a quell’appello”. Il primo invito di mons. Aupetit è che tutti “si prendano del tempo per leggere attentamente quella lettera”. “Voglio ripetere che la diocesi di Parigi è pienamente impegnata” nella tutela dei minori e degli adulti vulnerabili, scrive l’arcivescovo, con un “meccanismo rafforzato di ascolto alle persone ferite, accompagnamento, piena collaborazione con le autorità civili e la prevenzione”. Sollecitato da Papa Francesco, mons. Aupetit chiede a ciascuno “di non scegliere mai un silenzio complice con il male e di conservare sempre il senso di responsabilità”. Le parole del Papa sono “un invito alla conversione profonda per mettere fine a una ‘cultura dell’abuso’”, sia esso “sessuale, di potere e di coscienza” anche perché “il sacerdote è al servizio della vita dei battezzati”. L’arcivescovo chiede quindi ai consigli pastorali e a tutti i responsabili delle comunità parigine “di lavorare su modi concreti per evitare tali scandali”, partendo da ciò che già si fa, “portando insieme la sofferenza delle vittime”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo