Laici: Falase (Nigeria), corsi di teologia e di preparazione alla vita politica. Ci sono già diversi funzionari pubblici cattolici

In Nigeria la formazione dei laici è affidata a diverse “buone pratiche”. Le illustra questo pomeriggio all’incontro internazionale “Promozione e formazione dei fedeli laici. Buone pratiche” promosso a Roma dal Dicastero per i laici, la famiglia e la vita (fino al 28 settembre), Joseph Falase, presidente della Commissione episcopale per il laicato. Nelle diocesi, spiega, su iniziativa di alcuni preti vengono organizzati corsi parrocchiali di teologia per laici; alcuni molto informali, altri iN grado di rilasciare attestati. Il Forum cattolico-sociale, “ala socio – politica del Consiglio dei laici della Nigeria”, istituito dai vescovi nel 2000, si occupa di formazione e preparazione dei laici per una partecipazione attiva alla vita politica del Paese ispirandosi alla Dottrina sociale della Chiesa attraverso seminari a livello diocesano e una conferenza nazionale biennale. I risultati, anche se si tratta di un lungo processo, “si vedono già: alcuni Stati possono vantarsi di avere governatori cattolici e non mancano funzionari pubblici tra i quali ministri e commissari”. Si sta pensando anche alla missione ad gentes.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori