Diocesi: Mazara del Vallo, nel nuovo piano pastorale discernimento, missione e speranza

Il discernimento, la missione e la speranza. Su questi tre temi si articolerà il nuovo itinerario della Chiesa di Mazara del Vallo per i prossimi tre anni. Il vescovo, mons. Domenico Mogavero, l’ha presentato in cattedrale. Quest’anno l’attenzione è focalizzata sul discernimento. Il vescovo, nel testo presentato ai fedeli, richiamando Papa Francesco, scrive di un “superamento definitivo di una concezione del discernimento visto soprattutto nella direzione della pastorale vocazionale indirizzata verso il ministero ordinato o la vita consacrata”. “Il discernimento – sottolinea il presule – è un impegno quotidiano che riguarda le scelte ordinarie e quelle più ardue in ordine alla piena realizzazione di sé”. Richiamando l’indispensabilità dell’ascolto, “quello che chiama in causa non tanto l’udito, ma piuttosto il cuore”, il vescovo evidenzia l’importanza della sinodalità, che “implica il coraggio tanto nel parlare quanto nell’ascoltare”. Nell’ottica di un “ottimo discernimento” mons. Mogavero segnala l’importanza dei luoghi diocesani, a partire dal Consiglio pastorale diocesano che verrà rinnovato nelle prossime settimane. “Bisogna ridare slancio e vitalità operativa anche ai consigli pastorali parrocchiali, organismi fantasma il più delle volte, oppure realtà passive che non incidono per nulla nella vita delle comunità parrocchiali”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori