Decreto Salvini: sicurezza, estensione del Daspo urbano e dei controlli attraverso dispositivi elettronici per detenuti. Taser anche alla Polizia municipale

“Interventi che vanno dalla estensione dei controlli attraverso dispositivi elettronici per particolari fattispecie di reato (maltrattamenti e stalking), alle prescrizioni in materia di contratti di noleggio di autoveicoli per la prevenzione di atti di terrorismo, alla estensione dell’ambito di applicazione del divieto di accesso urbano (Daspo urbano), nonché alla applicazione di quello relativo alle manifestazioni sportive anche a coloro che siano indiziati per reati di terrorismo”. È quanto prevede il Decreto immigrazione e sicurezza, approvato questa mattina dal Consiglio dei ministri. Nel provvedimento, si legge in una nota di Palazzo Chigi, “si prevede, altresì, un’apposita disposizione finalizzata a consentire anche alla Polizia municipale di utilizzare in via sperimentale armi comuni ad impulso elettrico”. Inoltre, “si predispongono misure finalizzate al contrasto del fenomeno delle occupazioni arbitrarie di immobili, attraverso l’inasprimento delle pene fissate nei confronti di promotori o organizzatori dell’invasione, nonché con la possibilità, nei confronti degli stessi, di disporre intercettazioni”. E “si introducono disposizioni volte a migliorare l’efficienza e la funzionalità dell’Agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata (Anbsc), anche attraverso il rafforzamento della sua organizzazione”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo