Austria: inaugurato il progetto “Park+Pray” dell’arcidiocesi di Vienna

Inaugurato nell’arcidiocesi di Vienna il primo “Park+Pray”: parcheggi dedicati, anche in zone a traffico limitato, per poter andare a pregare o a messa o semplicemente fermarsi un secondo e staccare dalle attività frenetiche quotidiane. I parcheggi dedicati sono inseriti nel progetto della arcidiocesi viennese “Chiese aperte”, che mira a fornire sempre più possibilità di fruizione degli edifici di culto, anche con aperture continuate, attività di volontariato ed offerta, appunto, di parcheggi dedicati in zone nelle quali difficilmente si possono trovare stalli liberi per auto di non residenti. Chi in auto si sposterà dalla periferia di Vienna e dalla Bassa Austria orientale verso il centro della capitale austriaca o in alcune località vicine, troverà già sette chiese con parcheggi predisposti e con rastrelliere e portabici dedicati per i ciclisti. Il primo punto per il “Park+Pray” è attivo da ieri sera a Gänserndorf. Il sindaco della cittadina nell’area metropolitana di Vienna, Rene Lobner, ed il parroco, don Helmut Klauniger, hanno partecipato alla festa inaugurale accogliendo e benedicendo la prima vettura che ha utilizzato lo stallo dedicato davanti alla chiesa parrocchiale, un’auto elettrica di una associazione che offre un servizio di trasporto a basso impatto ambientale. “Che si tratti di shopping di massa, di lavoro o di passaggio, il parcheggio di ‘Park+Pray’ permette di fermarsi in chiesa per ricaricare la tua anima”, è scritto in un comunicato dell’arcidiocesi di Vienna. Tutte le informazioni sono disponibili su www.erzdioezese-wien.at/parkpray.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa