Sir: principali notizie dall’Italia e dal mondo. Salvini ad Arcore, prove d’intesa per nomine e amministrative. Scandalo pedofilia, accuse a Chiesa Olanda. Coree, verso terzo summit Moon-Kim

Salvini ad Arcore, prove d’intesa per nomine e amministrative

Due ore di riunione ad Arcore tra Silvio Berlusconi e Matteo Salvini. Un incontro al quale hanno preso parte anche Antonio Tajani e Giancarlo Giorgetti e che, fonti di Forza Italia, definiscono “positivo” anche se ambienti del centrodestra precisano che nessuna decisione è stata presa. Al centro dell’incontro i dossier più caldi come la decisione sulla presidenza della Rai e le alleanze per le elezioni amministrative. Nulla di deciso, insomma, ma tutto rinviato a un nuovo incontro programmato per la prossima settimana nel quale si dovrebbe sbloccare ufficialmente sia su Viale Mazzini sia sui candidati per le elezioni amministrative. Ad invocare l’avvio di un tavolo del centrodestra era stata anche la leader di Fdi Giorgia Meloni.

Scandalo pedofilia, accuse a Chiesa Olanda: coperti abusi per anni

Nel corso di 65 anni, venti dei 39 cardinali olandesi, vescovi e loro ausiliari che si sono susseguiti risulterebbero coinvolti nella copertura di abusi sessuali nei confronti di minori, commessi tra il 1945 e il 2010. Nel mirino 20 alti ecclesiastici su 39. Quattro di loro avrebbero commesso abusi in prima persona. Lo riporta il quotidiano olandese Nrc. Contattata da Afp, la portavoce della Chiesa olandese Daphne van Roosendaal ha riferito che può “confermare una parte” delle rivelazioni. Altri elementi, invece, sono basati su informazioni anonime fornite da un’unità di assistenza alle vittime allestita dalla Chiesa stessa. “I nomi di diversi vescovi corrispondono a quelli che cita un rapporto ordinato dalla Chiesa nel 2010”, spiega la portavoce, sottolineando che i vescovi menzionati nel frattempo sono perlopiù morti e i casi sono tutti prescritti. Nessuno dei vescovi messi in discussione dall’inchiesta del giornale è ancora attivo e quelli ancora in vita non hanno voluto commentare, riporta Nrc.

Coree, verso terzo summit Moon-Kim

Le opportunità per la cooperazione economica tra Seul e Pyongyang e i colloqui sulla denuclearizzazione della Penisola coreana saranno al centro del terzo incontro dei leader delle due Coree. Da martedì a giovedì, infatti, il presidente sud-coreano, Moon Jae-in, sarà a Pyongyang per incontrare il leader nord-coreano, Kim Jong-un, dopo i vertici di Panmunjom del 27 aprile e del 26 maggio scorsi.

Etiopia ed Eritrea, firmato a Gedda lo storico accordo di pace

I leader dell’Etiopia, Abiy Ahmed Ali, e dell’Eritrea, Isaias Afewerki, hanno firmato a Gedda, in Arabia Saudita, un nuovo trattato di pace. Con la mediazione del Paese ospitante, dell’Onu, rappresentato dal segretario generale Antonio Guterres, dell’Unione africana e degli Emirati Arabi Uniti, i due hanno chiuso una stagione di guerra durata 20 anni. La firma dello storico accordo, infatti, ratifica la decisione presa nel luglio scorso dal premier etiope e dal presidente eritreo di porre fine allo “stato di guerra” che ha continuato a esistere tra le due nazioni africane, anche dopo la fine del conflitto durato dal 1998 al 2000. Quella che viene chiamata “Intesa di Gedda” prevede, fra l’altro, l’apertura di ambasciate nelle rispettive capitali (a luglio ha riaperto quella eritrea ad Addis Ababa), il ripristino dei collegamenti e l’uso dei porti eritrei da parte dell’Etiopia.

Ciclone Mangkhut: morti nelle Filippine e feriti e allagamenti a Kong Kong e Cina

Passato il ciclone Mangkhut, le Filippine contano i loro morti. Una sessantina quelli accertati questa domenica, ma il difficile accesso dei soccorritori alle aree coinvolte lascia temere un aggravarsi del bilancio. Lasciate le Filippine, Mangkhut ha poi sorvolato Hong Kong con venti superiori ai 230 km/h. Spazzate le coste, il tifone ha provocato importanti allagamenti, lasciando dietro di sé oltre 210 feriti e costringendo a “dragare” le strade in cerca di vittime. Diminuito in intensità nel suo passaggio sopra le Filippine, Mangkhut ha poi raggiunto la Cina continentale, toccando Macao nel pomeriggio europeo di domenica.

Salisbury: due intossicati in ristorante, è stessa località di caso Skripal

Una coppia si è sentita male all’interno di un ristorante italiano a Salisbury, che è stato immediatamente isolato: sul posto sono intervenuti i sanitari con tute e maschere isolanti. A scopo precauzionale ma inquietano le coincidenze. Perché a Salisbury furono intossicati con il Novichok l’ex spia russa Sergei Skripal e la figlia. Anche allora fu isolato un ristorante italiano in cui erano stati poco prima. Mesi dopo, è stata intossicata un’altra coppia, e la donna è poi deceduta.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia