Sicurezza: espulso un 32enne marocchino. Aveva esultato per l’attentato sulla Ramblas a Barcellona

Un cittadino marocchino di 32 anni è l’85esimo straniero espulso dall’inizio dell’anno per motivi inerenti alla sicurezza dello Stato. Ne ha dato notizia il Viminale in una nota nella quale spiega che “l’uomo, condannato per reati contro la persona, è stato sottoposto durante la detenzione ad attività di osservazione per aver esultato in occasione dell’attentato terroristico realizzato sulla Ramblas a Barcellona nell’agosto 2017. Dagli approfondimenti informativi svolti è emerso che il cittadino marocchino in diverse occasioni aveva auspicato anche il compimento di ulteriori simili attacchi, dando prova di una sua deriva radicale”. “Per tali motivi – prosegue la nota – ne è stata decretata l’espulsione con accompagnamento alla frontiera; il 32enne è stato rimpatriato con volo da Milano Malpensa a Casablanca”.
Con questo provvedimento salgono a 85 le espulsioni nel 2018, portando a 322 il numero di quelle eseguite dal gennaio 2015.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia