This content is available in English

Serbia: Srem, inaugurata la prima casa per anziani della Caritas. Il sostegno dalla diocesi di Bolzano-Bressanone

Mons. Dzuro Gasparovic, vescovo di Srem, inaugura la prima casa per anziani della Caritas in Serbia

La prima casa per anziani della Caritas in Serbia è stata inaugurata il 16 settembre a Maradik, vicino a Novi Sad. La piccola struttura, dedicata a “Santa Elisabetta”, ospiterà anziani senza parenti e con redditi inferiori a 100 euro. Il progetto è sostenuto dalla Caritas Bolzano-Bressanone. Durante la cerimonia dell’inaugurazione la benedizione dell’edificio è stata portata da mons. Dzuro Gasparovic, vescovo di Sirmio, sul cui territorio si trova la casa e dal presidente della Caritas Serbia, mons. Stanislav Hocevar, arcivescovo di Belgrado. Il nastro è stato tagliato da mons. Gasparovic insieme al direttore di Caritas Bolzano-Bressanone, Paolo Valente. “La nuova casa è una risposta alla situazione difficile degli anziani nella zona, spesso alcuni di loro abitano in alloggi inadeguati”, ha affermato il vescovo di Srem. Oltre agli ospiti italiani, alla celebrazione hanno assistito anche rappresentanti delle autorità serbe. L’arcivescovo di Belgrado, mons. Hocevar invece ha ricordato che “il primo dovere della Caritas è non solo compiere il bene ma riscoprire la dignità di ogni persona umana”. “Negli anni della guerra la nostra zona ha vissuto momenti molto difficili, molti giovani se ne sono andati, sono rimasti gli anziani da soli”, ha raccontato padre Jozo Duspara, direttore della Caritas Srem.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia