Scuola: Mattarella, “istituzione cardine dello Stato democratico e comunità educante”. “Ogni risorsa destinata ritorna con gli interessi alla società”

“La scuola è un’istituzione cardine dello Stato democratico, ma è anche una comunità educante, che muove dalla vita, dai problemi di ogni giorno, per formare persone libere”. Lo ha ricordato oggi pomeriggio il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, durante la cerimonia ufficiale di inizio dell’anno scolastico che si è svolta a Portoferraio, sull’isola d’Elba, alla presenza di oltre mille studenti e dei loro docenti, provenienti da 122 scuole di tutta Italia. “La scuola – ha proseguito il Capo dello Stato – è l’oggi che prepara il domani. Delle vostre conoscenze, ragazzi, della vostra cultura, anche delle vostre amicizie”. “Anche per questo lo studio è un diritto fondamentale della persona, di ogni persona”, ha aggiunto Mattarella, per il quale, “assicurare l’istruzione è un dovere inderogabile della Repubblica. Organizzare, e garantire, un sistema formativo adeguato ai tempi è una assoluta priorità politica e istituzionale. Ogni attenzione, ogni risorsa destinata alla scuola e alla ricerca ritorna con gli interessi alla società”.
Il presidente della Repubblica ha poi sottolineato che “rendere il sistema scolastico migliore, più forte sul piano culturale e formativo, più aperto alla società e al lavoro, è un compito anzitutto delle istituzioni”. “Ma a questo impegno – ha evidenziato – tanti sono chiamati a concorrere nella società, tutti in realtà. La scuola è un patrimonio comune e come tale va curato da tutti nel nostro Paese”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia