Scuola: mons. Palumbo (Trivento), “è ricerca e studio della verità, valorizzazione della dignità e dell’identità propria delle persone”

“La scuola è ricerca e studio della verità, valorizzazione della dignità e dell’identità propria delle persone, educazione alla responsabilità e alla solidarietà, sviluppo del valore della propria esistenza e apertura al senso religioso della vita”. È quanto afferma il vescovo di Trivento, mons. Claudio Palumbo, nella lettera scritta in occasione dell’inizio del nuovo anno scolastico. “Nella scuola – aggiunge – si educa e ci si forma alla cittadinanza e alla mondialità, cioè alla relazione interpersonale di reciprocità e alla non violenza, bensì alla pace”. E a proposito di non violenza e lotta alla produzione di armi aggiunge: “Sarebbe un grande giorno quello in cui la scuola prenderà dallo Stato tutti i soldi dei quali necessita, e non solo i pochi spiccioli di oggi, mentre l’esercito e l’aviazione dovranno organizzare una vendita di torte per comprarsi i micidiali bombardieri, forieri di sventura e di morte”. Il vescovo di Trivento sottolinea che “la scuola è sempre stata un luogo di crescita sociale e di collaborazione fra le famiglie, la comunità civica, la comunità religiosa, l’associazionismo religioso, i diversi spazi della cultura e del tempo libero”. “Proprio per questo – prosegue mons. Palumbo – nella scuola c’è anche l’insegnamento della religione cattolica che voi ragazzi e giovani, credenti cattolici, potete realizzare con i vostri docenti in modo profondo e costruttivo al ‘sapere per la vita’. La scuola deve essere per voi, ragazzi e giovani, l’essere protagonisti importanti e non solo destinatari e utenti di quanto vivete, non subendo ma partecipandovi attivamente e con convinzione”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa