Pellegrinaggio famiglie a Pompei: Martinez (RnS), “la crisi spirituale che le attraversa non è irreversibile”

“A pochi giorni dall’Incontro Mondiale delle Famiglie con Papa Francesco a Dublino, la famiglia cristiana torna a ribadire il suo impegno come Chiesa domestica, luogo di trasmissione della fede e di incontro con Dio Amore”. Lo ha detto Salvatore Martinez, presidente del Rinnovamento nello Spirito Santo, oggi, in occasione dell’undicesimo “Pellegrinaggio nazionale delle Famiglie per la Famiglia”, a Pompei. “La crisi spirituale che sta attraversando la famiglia cristiana non è un processo irreversibile come molti vorrebbero farci credere”, ha aggiunto Martinez. Il presiedente della Fondazione vaticana, intervenuto anche a Dublino, ha segnalato anche che “oggi è in crisi ‘l’arte di vivere l’amore’, perché è in crisi l’esperienza che di Dio si fa nelle nostre case, nella quotidianità dei piccoli gesti che edificano la famiglia e la rigenerano. Ma, in quanto cristiani, abbiamo la più potente delle armi: la preghiera, che origina unità nella fede”. Spiegando così “il senso del pellegrinaggio nazionale delle Famiglie per la Famiglia”, il presidente del Rinnovamento nello Spirito Santo lo ha indicato anche come “gesto corale di preghiera, capace di dimostrare quel progetto di bellezza e sacralità che è la famiglia cristiana”. “Una famiglia cristiana che vive dello Spirito Santo non perderà mai l’entusiasmo di realizzare il sogno di Dio e ogni impresa le sembrerà possibile. Papa Francesco, nell’esortazione apostolica Amoris Laetitia, invita a riscoprire la gioia dell’amore in famiglia. La famiglia è viva se si rigenera spiritualmente senza arrendersi dinanzi al male, attraverso la preghiera di nonni, genitori e figli. Una famiglia che prega genera unità e amore”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa