Papa a Palermo: ai giovani, “il Signore non si ascolta stando in poltrona” e “non si cerca sul telefonino”. No a giovani “in pensione”

(Foto Vatican Media/SIR)

“Chi cerca, cammina. Essere in ricerca è sempre sano; sentirsi arrivati, soprattutto per voi, è tragico”. Lo ha detto il Papa, incontrando il fiume di giovani che lo hanno accolto festosamente, tra canti e balli, a piazza Politeama, ultimo appuntamento pubblico del viaggio del papa in Sicilia, a cui hanno partecipato più di 100mila persone. “Il Signore non si ascolta stando in poltrona. Dio si scopre camminando, non aspettando che nella vita magicamente qualcosa accada”, le parole del Papa nel “botta e risposta” in gran parte a braccio: “Dio detesta la pigrizia e ama l’azione. I pigri non potranno ereditare la voce del Signore. Ma non si tratta di muoversi per tenersi in forma, ma di muovere il cuore, mettere il cuore in cammino. Il Signore parla a chi è in ricerca. Chi cerca, cammina. Essere in ricerca è sempre sano; sentirsi arrivati, soprattutto per voi, è tragico. Mi piace dire che è brutto vedere un giovane in pensione, pensionato: i giovani devono essere in cammino! Se tu vai in pensione a 22 anni, sei invecchiato troppo presto”. Dove cercare Gesù? “Non sul telefonino!”, la risposta di Francesco: “Lì le chiamate del Signore non arrivano. Non in televisione, dove il Signore non possiede alcun canale. Neanche nella musica assordante e nello sballo che intontisce: lì la linea col cielo è interrotta. Il Signore non va neppure cercato davanti allo specchio, dove stando soli rischiate di rimanere delusi di quello che siete. Non cercatelo nella vostra stanzetta, chiusi in voi stessi a ripensare al passato o a vagare col pensiero in un futuro ignoto. No, Dio parla ora nella relazione. Non chiudetevi in voi stessi, ma confidatevi con Lui, affidate tutto a Lui, cercatelo nella preghiera. Capirete che Gesù crede in voi più di quanto voi credete in voi stessi, che vi ama più di quanto voi vi amate. Cercatelo uscendo da voi stessi: Lui vi aspetta lì, alla porta del cuore”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa