Abusi: card. Ouellet, “dobbiamo accelerare i tempi e fare qualcosa di più effettivo”

(da Poznań) – “Dobbiamo accelerare i tempi, dopo i recenti eventi e fare qualcosa di più effettivo”. È quanto ha auspicato il cardinale Marc Ouellet, prefetto della Congregazione per i vescovi – parlando delle ultime notizie sugli abusi commessi all’interno della Chiesa – ai giornalisti a margine dell’assemblea plenaria dei vescovi europei in corso a Poznań, in Polonia. “Certamente con le recenti notizie c’è una crescente coscienza della gravità del problema degli abusi nella Chiesa. I rapporti coprono molti anni e molto spesso abbiamo come l’impressione che non sia stato fatto nulla. Recentemente invece molto è stato fatto per combattere ma credo che molto di più debba essere fatto all’interno della Chiesa. Penso alla formazione dei sacerdoti. Più prudenza nella scelta dei vescovi. Avremmo bisogno di una partecipazione di più donne nella formazione dei sacerdoti per l’insegnamento, il discernimento dei candidati, per l’equilibrio dell’affettività”. L’incontro, indetto da Papa Francesco in Vaticano, darà modo di promuovere “una maggiore riflessione”. “Sembra essere al momento un problema americano, ma è un problema umano, universale”, dice Ouellet: “La Chiesa è ora al centro dell’attenzione ma il problema è molto più grande della Chiesa. Spero che gli sforzi che si stanno facendo per affrontare il problema all’interno della Chiesa, aiutino ad affrontare il problema nella società”. Il prefetto ha parlato anche del “cattivo governo dei vescovi in questa questione” ed ha ricordato a questo proposito il Motu proprio di Papa Francesco “Come una madre amorevole” che rafforza l’impegno della Chiesa a tutela dei minori. Quindi, ha osservato Ouellet, “qualcosa è già stato implementato ma siamo all’inizio di questa implementazione. Abbiamo bisogno di introdurre criteri e coordinare anche i diversi dicasteri della Santa Sede per essere sicuri che lavoriamo tutti nella stessa direzione”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa