Papa Francesco: pace, povertà e corruzione tra i temi dell’udienza al presidente del Mozambico

(Foto Vatican Media/SIR)

Durante l’udienza del Papa al presidente del Mozambico, Felipe Jacinto Nyusi, “sono state sottolineate le buone relazioni tra la Santa Sede e il Mozambico e l’apprezzato contributo della Chiesa cattolica in molteplici settori della società, con riferimento all’Accordo bilaterale firmato nel 2011 per rendere più agevole l’attività della Chiesa nel Paese”. Lo rende noto la Sala Stampa della Santa Sede, specificando che nel corso dei “cordiali colloqui” si è anche parlato “della situazione socio-politica della Nazione, nonché del processo di riconciliazione nazionale in corso, con l’auspicio che si possa giungere a una pace stabile e duratura”. “Nel prosieguo della conversazione – si legge ancora nel comunicato – vi è stato anche uno scambio di opinioni sulla lotta alla povertà e alla corruzione, nonché sulla collaborazione economica del Mozambico con altri Paesi”. Dopo l’udienza con Papa Francesco, il presidente del Mozambico si è  incontrato con il card. Pietro Parolin, segretario di Stato, accompagnato da mons. Paul Richard Gallagher, segretario per i Rapporti con gli Stati.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo