Filippine: in arrivo il tifone Mangkhut. 4,3 milioni di persone a rischio

Mentre il tifone Mangkhut si avvicina alle Filippine, la Caritas del Paese ha diramato un’allerta soprattutto per le aree di Cagayan-Isabela. “Non è solo ai forti venti, alle pesanti piogge, alle inondazioni e alle frane che ci dobbiamo preparare, ma è possibile un’ondata di 6 metri come avvertito dall’agenzia meteorologica filippina”, ha dichiarato padre Edwin A. Gariguez, segretario della Caritas, invitando la popolazione e le autorità locali a “predisporre misure di preparazione adeguate”. È da martedì 11 settembre che la Caritas è impegnata sul campo con “attività di preparazione” attraverso i suoi centri di azione sociale locali e altre organizzazioni ecclesiali come Caritas Manila e Catholic relief services (Crs): preparazione di generi di prima necessità, invio di personale di emergenza e volontari, coordinamento con partner interni ed esterni sono tra le misure avviate. La Caritas spiega che si stanno facendo evacuare migliaia di persone in vista del super tifone Mangkhut, che dovrebbe colpire l’isola di Luzon nelle prime ore di sabato, con venti fino a 285 chilometri orari, simili a un uragano di categoria 5: “Circa 4,3 milioni di persone potrebbero essere esposte al tifone, la maggior parte delle quali già in situazione di povertà e vulnerabilità”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo