Scuola: mons. Mansi (Andria) agli studenti, “non accontentatevi di fare il minimo necessario e non abbiate paura”

“Non accontentatevi di fare il minimo necessario per ottenere un voto di sufficienza, senza cadere nella trappola di pensare che i risultati si possono raggiungere anche con mezzi non sempre corretti”. È l’invito che mons. Luigi Mansi, vescovo di Adria, rivolge ai ragazzi della diocesi pugliese in una lettera di auguri e incoraggiamento in occasione dell’inizio del nuovo anno scolastico 2018/2019. “Nella scuola e attraverso la scuola – scrive mons. Mansi – non solo voi imparate tante cose, ma, direi, soprattutto crescete e diventate uomini e donne del domani. Non dovete considerare la scuola soltanto come un luogo dove si va per imparare delle cose, ma soprattutto come un tempo prezioso per la vostra vita, la vostra crescita e la vostra maturazione umana”. “L’augurio più sincero che posso farvi – prosegue il vescovo di Andria – è che voi, quando sarete ai ‘posti di comando’ possiate fare di più e meglio di quanto viene fatto oggi da persone che oggi vi deludono. Ma perché questo accada è necessario che vi spendiate oggi con serietà per tirare fuori dal vostro sacco il meglio che certamente avete e che talvolta la pigrizia e la superficialità vi fanno tenere ben nascosto nel fondo”. Mons. Mansi invita i ragazzi ad essere “molto esigenti prima di tutto con voi stessi: non abbiate paura, quando necessario, anche di stancarvi per fare ogni cosa per bene. Quella è fatica benedetta che vi costruisce come persone serie e vi abilita ad andare incontro alla vita fieri di tutto ciò che nessuno vi ha regalato, ma che avete conquistato con il vostro impegno”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa