Giornalismo: Ucap, a Città del Capo congresso su media e promozione dello sviluppo umano integrale in Africa

Giornalisti provenienti da 20 Paesi africani e di 43 testate legate alla Unione della stampa cattolica africana (Ucap) sono riuniti in congresso a Città del Capo, Sudafrica, dal 9 settembre scorso per riflettere sul tema “L’uso dei media per la promozione dello sviluppo umano integrale in Africa”. I lavori si sono articolati in quattro sessioni: “il giornalismo per la verità e riconciliazione nella Chiesa al servizio delle persone”; “rendere la Chiesa più rilevante per i giovani nella Chiesa africana”; “promuovere la pace, la verità e la riconciliazione in Africa nell’era digitale”; “promuovere l’insegnamento sociale della Chiesa attraverso i media in Africa”. “In un tempo in cui sentiamo così spesso fake news e in cui molti di noi faticano a credere a ciò che viene presentato come fatti oggettivi, è di estrema importanza che i giornalisti cattolici radichino la loro vita professionale nella loro fede”, ha detto l’arcivescovo di Città del Capo Stephen Brislin, aprendo i lavori. “Molti giornalisti, soprattutto quelli che sono impegnati nella ricerca senza paura della verità, si trovano in situazioni di rischio nel corso del loro lavoro”, ha ricordato il vescovo, auspicando che “il congresso dia loro coraggio di perseverare nella loro missione ed essere espressione della nostra solidarietà con loro”. L’edizione 2018 del Congresso Ucap è ospitata dal Sudafrica che celebra i 200 ani della fondazione della Chiesa cattolica nella regione.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa