Venezuela: i vescovi su documento Viganò, “si sta cercando di minare la forza morale del Papa e dei suoi collaboratori”

foto SIR/Marco Calvarese

“Non sappiamo cosa c’è dietro tutto questo. Già da alcuni anni si sta cercando di minare la forza morale del Papa e dei suoi collaboratori, c’è una sorta di campagna contro i postulati indicati dal Papa”, perché sta cercando di contrastare “gli aspetti negativi che si incontrano nella Chiesa e di attuare una riforma della Santa Sede e di alcune istituzioni”. Mons José Luis Azuaje Ayala, arcivescovo di Maracaibo e presidente della Conferenza episcopale del Venezuela, risponde così alle domande dei giornalisti sul documento stilato da mons. Carlo Maria Viganò, a margine della conferenza stampa a Roma dopo la visita ad limina a Papa Francesco. I vescovi venezuelani hanno chiesto al Papa come sta dopo questo attacco. “Ci ha detto che stava tranquillo e soprattutto che molte cose gli danno energia per continuare a lavorare per la verità e per migliorare tutto quello che c’è da migliorare nella Chiesa”, ha riferito mons. Azuaje Ayala. “Condividiamo la preoccupazione del Papa e di tutta la gente di buona volontà – ha precisato – sulla possibile esistenza di gruppi che hanno interesse a danneggiare l’immagine del Papa e il suo lavoro di trasformazione della Chiesa e di purificazione di ciò che c’è da purificare”. “Il Papa sta facendo il suo lavoro – ha affermato – e secondo noi lo sta facendo molto bene. Secondo lo stile latinoamericano sta cercando di rispondere a tutte le sfide che si presentano. Noi vogliamo accompagnarlo con tutta la nostra comunione e solidarietà”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa