Piccoli Comuni: Anci, soddisfazione per l’accoglimento dell’emendamento al “Milleproroghe” su gestioni associate. Pella, “ora avviare riordino governance”

“Esprimo soddisfazione per l’inserimento nel ‘Milleproroghe’ dell’emendamento Anci per i piccoli Comuni che proroga, tra l’altro, al 30 giugno 2019 l’obbligo della gestione associata delle funzioni fondamentali”. Così il vicepresidente vicario Anci e sindaco di Valdengo, Roberto Pella, commenta il via libera delle Commissioni riunite Bilancio e Affari Costituzionali della Camera all’emendamento Anci a sostegno dei piccoli Comuni di cui lo stesso Pella è stato promotore e primo firmatario. “Un emendamento di buon senso che – aggiunge Pella – speriamo permetterà di avviare un tavolo tecnico-politico con il governo finalizzato al riordino della governance dei piccoli Comuni e alla semplificazione amministrativa e contabile e di dare concretezza all’Agenda Controesodo di Anci”. “Un emendamento condiviso da tutti i gruppi parlamentari di opposizione perché tratta argomenti significativi per la vita quotidiana dei piccoli Comuni. Viene infatti rinviata – rimarca il vicepresidente Anci – l’entrata in vigore dell’obbligo della gestione associata, che auspichiamo porti al riordino della governance dei comuni di minore dimensione demografica, nonché a dare attuazione ai provvedimenti contro lo spopolamento”. “Ringraziamo il Governo e le forze politiche rappresentate nelle commissioni per aver accolto la nostra proposta. Chiediamo ora l’impegno – conclude Pella – a proseguire questo cammino, per dare autonomia ai sindaci nell’organizzazione delle proprie funzioni, rilanciando allo stesso tempo un programma a favore delle unioni di Comuni”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa