Parlamento Ue: in plenaria il presidente libanese, la situazione in Libia e il “diritto d’autore”

(Strasburgo) Giornata intensa a Strasburgo. L’agenda della plenaria dell’Europarlamento prevede, dopo il dibattito – interessante e a tratti teso – sul futuro dell’Ue con il premier greco Alexis Tsipras, l’allocuzione di Michel Aoun, presidente della Repubblica libanese e una lunga sessione di votazioni. Nel pomeriggio si parlerà della situazione della democrazia in Ungheria (domani è prevista una risoluzione) e della Libia. “L’emergenza in Libia e nel Mediterraneo e gli sforzi dell’Ue per proteggere i migranti” saranno discussi nel pomeriggio con l’Alto rappresentante Federica Mogherini. “La scorsa settimana, la situazione nella capitale libica Tripoli e nei suoi dintorni si è drammaticamente deteriorata, dopo l’intensificarsi degli scontri tra milizie armate rivali. Il caos – spiega una nota – ha anche portato alla fuga di migranti dai centri di detenzione e di circa 400 prigionieri da una prigione della capitale libica. Le Nazioni Unite hanno riferito di aver ottenuto un accordo per il cessate il fuoco il 4 settembre”. Già a maggio i deputati hanno adottato una risoluzione sulla Libia, nella quale si esorta l’Unione europea a concentrare i propri sforzi sulla protezione dei migranti. La plenaria discute inoltre il controverso progetto di riforma del “diritto d’autore” e dà il via libera al Corpo europeo di solidarietà.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa