Parlamento Ue: dibattito su situazione in Ungheria. Orban (premier), “schiaffeggiate l’onore del popolo ungherese”

(Strasburgo) “Sono qui per difendere la mia patria”. “Questa relazione schiaffeggia l’onore del popolo ungherese”. Il premier d’Ungheria, Viktor Orban, interviene all’Europarlamento durante il dibattito sulla situazione della democrazia nel suo Paese. Come linea difensiva sceglie quella della libertà di un popolo di darsi i governanti che preferisce. “Voi vi siete già fatti un’idea” sulla relazione Sargentini, che sarà votata domani in aula; “il mio intervento non vi farà cambiare opinione”. “Voi non condannerete un governo, ma l’Ungheria, che da mille anni è membro della famiglia europea”; “condannate l’Ungheria che si è sollevata contro l’esercito dell’Unione sovietica, che ha combattuto per la sua libertà”. “Pensate di conoscere il mio Paese meglio degli ungheresi che mi hanno votato”, ha insistito Orban. Il premier ha spiegato di avere “idee diverse dalle vostre” sulla “natura cristiana dell’Europa, sul valore della famiglia, sull’accoglienza dei migranti: ma questa differenza non andrebbe stigmatizzata, voi così negate il dibattito politico”. Per Orban la relazione al voto dell’aula contiene 37 errori “palesi”. “Noi – aggiunge – difendiamo le frontiere dell’Europa e voi per questo ci condannate”. “L’Ungheria sarà condannata perché ha deciso che non sarà terra di immigrazione. Ma noi non accetteremo minacce e ricatti delle forze pro-immigrazione: difenderemo le nostre frontiere, fermeremo l’immigrazione clandestina anche contro di voi, se necessario”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa