Papa Francesco: messaggio a Ortega (Nicaragua), “fraterna riconciliazione e pacifica convivenza”

foto SIR/Marco Calvarese

Papa Francesco ha scritto un messaggio al presidente del Nicaragua Daniel Ortega, in vista della festa nazionale del 15 settembre, quando nel Paese centroamericano si festeggeranno i 197 anni dell’indipendenza. Gesù, “Principe della pace”, conceda a tutti “i doni di una fraterna riconciliazione e una pacifica e solidale convivenza”, scrive il Papa nel messaggio, datato 31 agosto e in parte riportato oggi dal portale Vatican News. Francesco invia pure un cordiale saluto e assicura le sue preghiere per i figli e le figlie di “quest’amata Nazione”.
Le parole del Papa arrivano a quasi cinque mesi di distanza dall’inizio delle manifestazioni contro il Governo, la cui repressione ha causato fino ad oggi circa quattrocento vittime. Negli ultimi giorni si sono intensificati gli attacchi alla Chiesa, dopo che il presidente Ortega sembra aver abbandonato l’idea di proseguire con il tentativo del Dialogo nazionale, che vedeva la Chiesa nella veste di osservatrice e testimone. Non è la prima volta che il Papa si pronuncia sulla situazione in Nicaragua. Lo scorso 3 giugno, all’Angelus, aveva espresso dolore “per le gravi violenze, con morti e feriti, compiute da gruppi armati per reprimere proteste sociali” e aveva pregato per la fine di ogni spargimento di sangue. Alla fine dello stesso mese aveva incontrato, in occasione del Concistoro, il cardinale Leopoldo Brenes, arcivescovo di Managua e presidente della Conferenza episcopale. Ancora ieri il cardinale Brenes ha espresso l’auspicio che “il dialogo si allarghi”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa