This content is available in English

Paesi Bassi: Conferenza episcopale, dichiarazione su abusi. “Trasformare vergogna e dolore in prevenzione e recupero vittime”

È lunga cinque pagine la dichiarazione pubblicata ieri, 10 settembre, dai vescovi olandesi, che riprende la questione degli abusi, in seguito alle vicende della Pennsylvania e dell’Australia: “Molti credenti provano di nuovo dolore e imbarazzo a seguito di segnalazioni di abusi in cui la sofferenza delle vittime emerge molto chiaramente. I vescovi olandesi condividono questo dolore e questa vergogna”. Nella dichiarazione i vescovi “condannano gli abusi sessuali, ovunque siano commessi”, ma “in particolare nella Chiesa, la cui missione è portare avanti il Vangelo di Cristo”, e attribuiscono al vescovo in quanto tale “la responsabilità primaria” perché la Chiesa sia “un posto sicuro” per i più piccoli. “Per questo motivo siamo profondamente addolorati per il fatto che ci siano vescovi che non si sono assunti questa responsabilità o che hanno addirittura commesso loro stessi abusi sessuali”, si legge nella dichiarazione che intende mettere a conoscenza di “ciò che la Chiesa cattolica nei Paesi Bassi ha fatto o sta facendo in caso di denunce di abusi sessuali” perpetrati da personale in contesto ecclesiale. I vescovi chiedono inoltre “di non lasciarsi scoraggiare” dall’emergere di nuovi casi, “ma di trasformare la nostra vergogna e il nostro dolore in dedizione alla prevenzione e al recupero delle vittime”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa