Irlanda: Consiglio nazionale salvaguardia dei bambini promuove la diocesi di Kilmore. Il vescovo O’Reilly, “siamo molto incoraggiati dai risultati della revisione”

Alla conclusione di un “rigoroso” processo di verifica, i revisori confermano che “senza alcun dubbio vi sono prove significative” che la diocesi irlandese di Kilmore ha impegnato “persone di qualità che offrono le migliori pratiche per la salvaguardia dei minori, le segnalazioni di accuse, l’assistenza ai denuncianti e la garanzia che gli imputati siano trattati correttamente e monitorati”. E’ quanto si legge nel Secondo Rapporto stilato dal “Consiglio nazionale per la salvaguardia dei bambini nella Chiesa cattolica in Irlanda”. Il caso della diocesi di Kilmore è dunque una buona notizia sul fronte della lotta contro gli abusi nella Chiesa e la loro prevenzione. “Un lavoro – si legge nel Rapporto della diocesi irlandese – che è sostenuto da una forte leadership e da persone impegnate che forniscono formazione, tempo e preoccupazione per i bambini affidati alle loro cure”. Il primo a congratularsi è il vescovo della diocesi, mons. Leo O’Reilly: “Siamo molto incoraggiati dai risultati della revisione e dalle parole di incoraggiamento del Consiglio nazionale per la salvaguardia dei bambini, per il lavoro che è stato fatto da tutto il personale di tutela”. Nel comunicato il vescovo ringrazia quindi tutti coloro che sono impegnati in questo campo. “Li ringrazio tutti – dice – per la loro generosità e il duro lavoro, la maggior parte del quale viene fatto su base volontaria”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa