Diocesi: Modena, il 16 settembre a Nonantola riapertura dell’abbazia e avvio dell’Anno Santo

La riapertura dell’abbazia di Nonantola – domenica 16 settembre – a più di sei anni dal sisma che ha colpito l’Emilia nel maggio 2012 è un evento atteso non solo dalla comunità nonantolana ma da tutta la Chiesa modenese. Cuore della giornata sarà la solenne concelebrazione eucaristica delle 17 presieduta da mons. Erio Castellucci, arcivescovo-abate della diocesi di Modena-Nonantola, con altri vescovi e con il
capitolo abbaziale. Primo atto della cerimonia religiosa sarà l’apertura della Porta Santa della basilica per dare avvio all’Anno Santo giubilare concesso da Papa Francesco. A seguire verranno svelate le opere d’arte restaurate in occasione dei lavori di recupero della concattedrale.

L’ingresso in basilica ai fedeli sarà possibile a partire dalle 16.30 e per un numero limitato a 500 persone che prenderanno posto nella parte inferiore della navata centrale e seguire la celebrazione da uno schermo. Per chi non troverà posto nella chiesa è previsto un maxischermo nel giardino dell’abbazia e la diretta televisiva su TvQui (canale 19 digitale terrestre in Emilia).
Atto iniziale del pomeriggio di Nonantola saranno però i saluti istituzionali – a partire dalle 16 alla Torre dei Modenesi – di Stefano Bonaccini, presidente della Regione Emilia-Romagna, di Federica Nannetti, sindaca di Nonantola, e di Sabina Magrini, direttrice del segretariato regionale del Mibact. Al termine della cerimonia religiosa, è prevista una visita guidata all’abbazia condotta dai progettisti e un rinfresco nella strada antistante la chiesa, offerto dai commercianti di Nonantola.
Eventi collaterali alla riapertura, la proiezione alle 19.30 del documentario “Pietre Vive” e, alle 21, uno spettacolo di videomapping “Petra lucis” sulle absidi. Nella giornata di domenica il museo benedettino e diocesano di arte sacra sarà a ingresso gratuito e aperto dalle 15 alle 22.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa