Ambiente: disinvestimento dai combustibili fossili, l’impegno delle istituzioni cattoliche

Istituzioni cattoliche da tutto il mondo si impegnano pubblicamente nel disinvestimento dai combustibili fossili. Diciannove le istituzioni che, guidate da Caritas India e dalla Conferenza episcopale irlandese, hanno annunciato quest’oggi l’intenzione di non investire più in combustibili fossili, al fine di tutelare l’ambiente. L’adesione di Caritas India è particolarmente significativa alla luce dell’ondata eccezionale di piogge monsoniche e delle successive alluvioni che hanno interessato la regione del Kerala, primo segnale di come i cambiamenti climatici stanno modificando profondamente le precipitazioni in gran parte del Paese. “I cambiamenti climatici hanno avuto un impatto negativo sulla vita e sui mezzi di sostentamento delle comunità in India, specialmente le più povere ed emarginate – commenta il vescovo Lumen Monteiro, presidente di Caritas India –. La frequenza di eventi climatici estremi è aumentata nell’ultimo decennio e l’ultimo in Kerala ha tolto la vita a più di 400 persone e provocato lo sfollamento di oltre un milione di persone. Ci vorrà molto tempo per superare questa tragedia. In Caritas India, la nostra missione è portare l’amore e la compassione del Vangelo alle persone che ne hanno bisogno, e per farlo dobbiamo allontanarci dai combustibili fossili che causano tanta sofferenza”.
La Conferenza episcopale irlandese, che ha reso pubblica la propria decisione il 24 agosto in occasione della visita del Santo Padre per il IX Incontro mondiale delle famiglie, ha deciso di unirsi all’impegno congiunto di gruppi cattolici in tutto il mondo. L’Irlanda è la seconda Conferenza episcopale nel mondo a disinvestire pubblicamente, dopo la Conferenza episcopale del Belgio.
Così come i vescovi irlandesi, anche l’arcidiocesi di Palermo ha deciso di rendere pubblico il proprio impegno di disinvestimento in vista della visita di Papa Francesco a Palermo il prossimo 15 settembre, in occasione del 25° anniversario del martirio del beato don Pino Puglisi. Anche mons. Marco Arnolfo, arcivescovo di Vercelli, afferma: “Aderisco con entusiasmo a questa iniziativa che trovo lodevole e profetica e nella linea indicata nella Laudato si’ dal Santo Padre Francesco. A nome della diocesi di Vercelli assicuro il mio impegno affinché non ci siano e non vengano fatti investimenti in questi settori così devastanti per il nostro pianeta e quindi per la nostra vita”. L’annuncio delle istituzioni cattoliche arriva in occasione del Global Climate Action Summit, vertice internazionale di attori non statali impegnati a risolvere la crisi climatica. Ad oggi sono 122 le istituzioni cattoliche che hanno annunciato il proprio impegno ad abbandonare i combustibili fossili.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa