America Latina: sostegno a Papa Francesco dalla rete dei giovani leader sociali

Arriva a Papa Francesco anche il sostegno della “Rete giovani leader sociali per una nuova società”, condiviso dal Consiglio episcopale americano (Celam), Caritas latinoamericana e Rete ecclesiale panamazzonica (Repam). “Caro fratello Francesco – scrivono i firmatari – come referenti dei giovani che seguono Gesù e camminano per le terre della nostra America, desideriamo fortemente farti pervenire l’appoggio di tanti e tante giovani, in questo momento spietato nel quale stai soffrendo – e noi con te – attacchi che trovano origine in diversi interessi e fino ai più perversi. Con molti giovani abbiamo lo stesso tuo sogno per il nostro mondo: che i cuori dei nostri giovani e i nostri popoli, abitati dall’incontro con Gesù, rendano concrete le tue parole”. In particolare i giovani fanno riferimento all’espressione di Francesco “nessun contadino senza terra, nessun lavoratore senza diritti, nessun popolo senza sovranità”. Prosegue la lettera: “Desideriamo esprimerti, Santo Padre, che sogniamo una Chiesa in uscita, che compia un’opzione missionaria”. Essere una Chiesa “povera per i poveri è un compito improrogabile e desideriamo appoggiarti sapendo che i disprezzati e i dimenticati di questo mondo sono i privilegiati del Vangelo”.

I giovani avvertono anche che “la casa comune è in pericolo. Ci uniamo a te insieme al clamore della nostra madre terra e al gemito degli abbandonati del nostro continente”. E concludono: “Condividiamo con te, fratello Francesco, il sogno di una Chiesa che sia tenerezza per i poveri e che riconosca le novità del nostro tempo come vento dello Spirito Santo rinnovatore. Così, noi giovani dell’America Latina e del Caribe rinnoviamo con te l’impegno a essere questa Chiesa che cammina con tutti i popoli, nelle città e nelle campagne, nelle periferie geografiche ed esistenziali”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo