Preghiera ecumenica Assisi: dichiarazione congiunta, sostegno ad Accordo Parigi e richiesta di “provvedimenti coraggiosi” a Cop 24

“Un rinnovato impegno” per l’Accordo di Parigi e i suoi obiettivi di “limitare il riscaldamento globale a 1,5 gradi, costruire una capacità di ripresa globale e fornire finanziamenti, tecnologia e capacità per sostenere l’azione per il clima”. Lo chiedono i firmatari della dichiarazione ecumenica congiunta letta questa mattina ad Assisi, seconda ed ultima giornata del primo incontro di preghiera ecumenica per il creato “Camminare insieme verso Cop24″ (31 agosto – 1° settembre). “Chiediamo un rinnovato impegno per l’accordo, e in particolare chiediamo provvedimenti coraggiosi ai prossimi negoziati Onu sul clima in Polonia quest’anno”, e “incoraggiamo fortemente i leader politici ad approvare il regolamento di Parigi e le necessarie linee guida per garantire l’ambiziosa, equa e giusta attuazione dell’Accordo”. Ciò “deve essere fatto in modo tale da soddisfare la richiesta di una transizione giusta verso una maggiore resilienza ed una riduzione delle emissioni di gas serra per la protezione di questa generazione e di quelle future”. Di qui un appello a sostenere il movimento del disinvestimento dai combustibili fossili per passare “ad un’economia basata sull’energia pulita”. “Invitiamo tutte le persone di fede ad unirsi a questi sforzi e prendere parte al crescente movimento per prenderci cura del nostro prossimo prendendoci cura del creato”, conclude la dichiarazione sottoscritta dal vescovo Efraim Tendero, segretario generale World Evangelical Alliance; dal rev Martin Junge, segretario generale Lutheran World Federation; da Rudelmar Bueno de Faria, segretario generale Act Alliance; da p.Heikki Huttunen, segretario generale Cec.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia