Nave Diciotti: quattro migranti alla diocesi di Terni. Tessicini (Caritas), “offrire migliori possibilità di accoglienza che ogni individuo merita”

La Caritas della diocesi di Terni-Narni-Amelia “si era già resa disponibile ad accogliere tre nuclei familiari arrivati con i corridoi umanitari e la decisione di ospitare quattro uomini eritrei salvati dalla Nave Diciotti rappresenta la prosecuzione di questa linea di azione”. Martina Tessicini, coordinatrice del progetto Emergenza Sbarchi della Caritas locale, spiega così la scelta di accogliere alcuni dei migranti salvati dalla nave militare italiana. “Sono arrivati ieri sera ad Otripoli, in una struttura del seminario vescovile di Narni, e sono già stati visitati da una dottoressa. Dopo i controlli fatti a Rocca di Papa e un primo screening visivo, dalla prossima settimana saranno sottoposti agli esami e alle analisi previsti dall’iter”, racconta Tessicini. “Vogliamo offrire loro – assicura – le migliori possibilità di accoglienza che ogni individuo merita”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia