#PerMilleStrade: don Scigliuzzo (Lazio), “in cammino per le vie dimenticate sulle orme dei santi”

“Ogni singola diocesi ha scelto un percorso basato sulle devozioni e sulla vita dei santi locali, rianimeremo vie dimenticate e valorizzeremo quelle esistenti”. Lo dice don Antonio Scigliuzzo, incaricato della Pastorale giovanile della Conferenza episcopale del Lazio presentando l’iniziativa “Per mille strade”, il cammino di preparazione all’incontro con Papa Francesco (11 e 12 agosto, Roma) in vista del Sinodo dei vescovi di ottobre. Indicando l’obiettivo dei cammini, il sacerdote spiega che “è quello di far vivere itinerari fatti dagli adulti e dagli antenati, che oggi sono segno di un cammino di fede e che possono quindi trasformarsi da sentiero a via”. “Si cercherà di rivisitare queste strade dal punto di vista giovanile, capendo cioè quale senso hanno rispetto alla vita dei ragazzi che spesso non si riconoscono in altre attività poco attraenti, proposte dalle comunità ecclesiali”, osserva don Scigliuzzo per il quale “fare un percorso insieme, in comunione, sperimentare l’accoglienza, può risvegliare nei giovani la fede e il desiderio di ricostruire le vie”. Secondo l’incaricato dalle Pastorale giovanile, le nuove generazioni “sono stanche dei grandi annunci, si sentono giudicate dagli adulti che offrono spesso schemi vecchi”, mentre vorrebbero “risposte alle domande della ferialità, rispetto all’ansia del crescere”. “I giovani – aggiunge il sacerdote – chiedono che gli adulti camminino con loro perché vogliono raccontarsi, stiano accanto e li aiutino ad orientare la loro vita”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa