Argentina: i vescovi su no del Senato a depenalizzazione dell’aborto, “grandi sfide pastorali per annunciare valore vita e superare divisioni”

“Siamo davanti a grandi sfide pastorali per annunciare con più chiarezza il valore della vita: educazione sessuale responsabile, accompagnamento nei consultori delle nostre periferie, stare accanto alle donne incinte in situazione di vulnerabilità e attenzione alle persone che hanno vissuto il trauma dell’aborto”: così i vescovi argentini reagiscono alla decisione del Senato di respingere il progetto di legge di legalizzazione dell’aborto, che sta provocando in queste ore proteste e scontri di piazza a Buenos Aires. “Come Chiesa – affermano – abbiamo partecipato al dibattito cercando un dialogo e senza considerare nemici coloro che la pensa in maniera diversa. Come società argentina dobbiamo ora lavorare per superare le divisioni sorte tra noi a partire da questo progetto, attraverso un rinnovato esercizio del dialogo”. I vescovi ringraziano i tanti “uomini e donne, senatori, organismi e istituzioni che si sono pronunciati in difesa della vita. Ringraziamo specialmente i poveri, che ci insegnano a ricevere la vita e a curarla perché è un dono di Dio”. Anche “il dialogo ecumenico e interreligioso – osservano – è cresciuto in questo periodo, unendo gli sforzi per proteggere la vita dal concepimento fino alla morte naturale”. “Rinnoviamo la nostra speranza che #ValeTodaVida” (Ogni vita ha valore).

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa