Amazzonia: Repam, Università gesuite e Cidh preparano un rapporto dedicato alla situazione dei diritti umani

La Rete ecclesiale Panamazzonica (Repam) ha iniziato a lavorare su un accurato rapporto riguardante la situazione dei diritti umani in Amazzonia, in collaborazione con la Rete ambiente e sostenibilità dell’Associazione delle Università gesuite (Ausjal) e con la Commissione interamericana per i diritti umani (Cidh). “C’è bisogno di dare una risposta comune, in cui tutti mettono in comune le loro competenze per ottenere cambiamenti a lungo termine”, commenta il segretario esecutivo della Repam, Mauricio López, secondo il quale “l’iniziativa rappresenta l’inizio di un processo che cerca di rafforzare l’unità e gli sforzi in difesa dell’Amazzonia”. Questo rapporto copre la diversità delle persone e dei loro problemi in termini di diritti umani e collettivi, specialmente nei territori panamensi. Inoltre, il rapporto illustrerà le situazioni quotidiane che riguardano le comunità amazzoniche, come la salute, l’istruzione e le condizioni di vita. Per questo, è essenziale sottolineare che “il ruolo dell’Università è quello di aiutare nella trasformazione della società, generando proposte di cambiamento strutturale”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa