Musica e fede: Santuario Sacro Monte di Novi Velia (Sa), il 13 agosto il Concerto dell’Infinito a 1700 metri di altezza

Musiche sacre a 1700 metri di altezza: è questo il “Concerto dell’Infinito”, in programma lunedì 13 agosto alle ore 17 nella piazza del Santuario del Sacro Monte di Novi Velia (Salerno), sul monte Gelbison a 1700 metri di altezza. Il concerto, organizzato dal Cral ex Asl Salerno 3, si inserisce nella cornice di un’antica tradizione di fede, come ricorda il rettore del Santuario, don Carmine Troccoli: “in preparazione alla festa mariana dell’Assunta del 15 agosto. Presso il santuario millenario arrivano fedeli da ogni parte del Cilento, l’ascesa comincia di notte per arrivare a piedi al mattino e partecipare alla prima messa del santuario, dove si custodisce un’antica statua della Madonna. La parola Gelbison è di origine araba ed il nome con cui i Saraceni indicavano il monte della ‘divinità’, perché i pellegrini cristiani vi si rifugiavano in preghiera”. L’appuntamento vedrà la partecipazione di musicisti come Nello Salza, definito “la tromba del cinema italiano e dei premi Oscar”, l’Orchestra Filarmonica di Benevento, composta da quaranta musicisti e diretta da Pasquale Valerio e il tenore Francesco Malapen. Prima del concerto, alle ore 16, nel santuario verrà celebrata la messa con canti e musiche sacre. Il repertorio del “Concerto dell’Infinito” spazierà dai brani più celebri della musica sacra a quelli senza tempo della canzone classica partenopea.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa