Preghiera ecumenica Assisi: rev. Bussmann (anglicana), “nel prendersi cura del pianeta gli uomini svolgono il primo compito affidato loro da Dio”

“Otto secoli fa Francesco si è volontariamente sottoposto ad un radicale cambio di stile di vita – letteralmente e in senso figurato privando sé stesso di ogni cosa in totale abbandono a Dio” in una forma di “discepolato radicale”. Come Francesco anche noi “dobbiamo dalle parole ai fatti , così potremo condividere il Vangelo e parlare apertamente degli effetti dei nostri stili di vita insostenibili per il pianeta e per i poveri che abitano il pianeta”. Lo ha detto questa sera ad Assisi, intervenendo al primo incontro di preghiere ecumenica per il creato, la rev. Elizabeth Bussmann, Diocesan Environment Officer presso la diocesi anglicana in Europa. “Nel prendersi cura del pianeta– ha aggiunto – gli esseri umani stanno svolgendo il primo compito che Dio ha loro affidato”. rendendoli responsabili del creato. La dichiarazione ecumenica congiunta che sarà letta domani, conclude, “afferma e accetta questo compito e la responsabilità di prendersi cura della creazione, oltre alla nostra missione di servire in unità e solidarietà con le persone e le comunità di tutte le parti del mondo”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo