Polonia: Niepokalanow, il 1° settembre inaugurazione del Centro di preghiera per la Pace

Il Centro per la Pace, che sarà inaugurato sabato 1 settembre a Niepokalanow, non lontano da Varsavia, fa parte della catena di 12 luoghi di preghiera dedicati in tutto il mondo alla Regina della Pace. Le cappelle dove i fedeli si possono raccogliere in adorazione perenne del Santissimo dal 2009 vengono erette nei luoghi particolarmente provati da guerre, conflitti religiosi, e odio raziale: a Betlemme, in Israele, a Medjugorje in Bosnia-Erzegovina, in Kazakhistan, in Costa d’ Avorio, a Namyang sul territorio del Sud Corea, e a Kibeho in Ruanda nonché, nel prossimo futuro, a Dagupan nelle Filippine. La liturgia d’inaugurazione sarà presieduta dal nunzio apostolico in Polonia mons. Salvatore Pennacchio mentre l’omelia verrà tenuta dal presidente dei vescovi polacchi mons. Stanislaw Gadecki. Il convento francescano di Niepokalanow (in italiano: Città dell’Immacolata) fu fondato nel 1927 da san Massimiliano Kolbe. Durante la seconda guerra mondiale, il monastero ha offerto rifugio a numerosi soldati, feriti nella campagna di Polonia del 1939, e anche ai rifugiati (come i 1.500 profughi ebrei provenienti dalla Polonia occidentale).
Diversi francescani sono stati per questo arrestati da nazisti e successivamente uccisi nei campi di sterminio. Massimiliano Kolbe trovò la morte da martire (il 14 agosto 1941) nel lager di Auschwitz, dove si era offerto di salvare la vita di un padre di famiglia, Franciszek Gajowniczek. L’inaugurazione del Centro avverrà proprio nel 79° anniversario dell’invasione della Polonia da parte della Germania nazista di Hitler e dell’inizio del secondo conflitto mondiale.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo